LA STORIA DI FRANCESCO


Una storia iniziata 15 anni fa

La nostra  storia inizia 15 anni fa…. Chi è Francesco? Francesco è il “Mio amore meraviglioso e splendido”. Nasce nei primi mesi dell’anno 2000. Il suo sviluppo psico-motorio è stato molto simile a quello della sorella maggiore….quindi per noi sembrava tutto nella norma.

A due anni Francesco inizia a pronunciare piccole paroline come papà, pane e poche altre…. poi  dopo qualche mese queste parole scompaiono ed inizia a saltellare e “sfarfallare” le mani e, solo con il tempo, abbiamo imparato a chiamarle “stereotipie”.

Un giorno mentre lo coccolavo tra le mie braccia ho notato che il suo sguardo diventava sfuggente, difficilmente i suoi occhi guardavano i miei e qui ci siamo resi conto che era opportuno capire perché Francesco invece di “andare avanti tornava indietro” …. Ci siamo confrontati con la nostra pediatra e con diversi specialisti tra cui neuropsichiatri infantili e siamo giunti ad una diagnosi precisa quando il “Mio amore meraviglioso splendido” aveva 5 anni.  La diagnosi era “Disturbo pervasivo dello sviluppo” in un primo momento e successivamente “Disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato” (Autismo). Tante “parolone” per noi incomprensibili…e la domanda che da quel momento ci ponevamo era semplicemente “Cosa significa tutto questo?”.  Francesco già a tre anni rimaneva seduto in modo adeguato, impugnava correttamente le posate e riusciva ad eseguire semplici richieste come i suoi coetanei.

Francesco ha frequentato la scuola materna ed elementare nel paese dove risediamo, lì abbiamo incontrato tante persone importanti per la sua crescita. La scuola si è presa a cuore Francesco offrendo una vasta gamma di attività adatte a lui, ma mano mano diventava grande ci siamo resi conto che i bisogni e i tempi di Francesco richiedevano attenzioni che la scuola pubblica difficilmente era in grado di soddisfare.

L’ultimo anno della scuola elementare Francesco ha frequentato un diurnato per minori che lo vedeva inserito al mattino alcune ore a scuola e al pomeriggio in un centro educativo dove ha iniziato a vivere alcuni momenti di distacco dalla famiglia, a diventare più autonomo, ha ridurre la sua rigidità alimentare… Ha iniziato a diventare grande!!!

Nel frattempo Francesco ha iniziato alcune attività riabilitative da esterno alla Casa del Sole e abbiamo capito che questa realtà era proprio a misura di Francesco. Per lui non è importante imparare storia e geografia, far di conto, ma cose utili per la sua vita quotidiana, vivere momenti con coetanei che condividono gli stessi interessi e trovare tanti amici. Francesco alla Casa del sole ha trovato la sua dimensione, ha acquisito nuove abilità, vive la lontananza da casa con serenità, tanto è vero che nei periodi di vacanza, la scuola, i suoi amici e educatori gli mancano perché sono diventati riferimenti importanti per lui.

L'approccio educativo che i maestri della Casa del Sole Onlus hanno nei confronti di Francesco rispettando le sue rigidità, gli danno modo di crescere e acquisire abilità con i tempi giusti, senza forzarlo.

Il continuo confronto con lo staff della Casa del Sole, ci permette di capire quali siano le effettive esigenze di Francesco, ed insieme lo accompagniamo nel suo percorso di crescita.

I genitori di Francesco
 

Clicca per inviare l'articolo via email a un amico