PSICOMOTRICITà

Psicomotricità
L'educazione psicomotoria si propone di aiutare il bambino nello sviluppo delle capacità relazionali, nella presa di coscienza del proprio corpo, nella progressiva strutturazione dello schema corporeo, nella conoscenza della realtà attraverso l'organizzazione dell'attività percettiva e nell'orientamento spazio-tempo.

Psicomotricità in acqua
La Psicomotricità in acqua si rivolge a bambini che presentano distorsioni dello sviluppo e problematiche di tipo relazionali.
L'acqua in quanto elemento facilitatore della relazione consente di lavorare sulla costruzione del dialogo tonico come mezzo di relazione primaria.
Permette inoltre la promozione della condivisione emotiva ed esperienziale tramite giochi che consentono l'integrazione tra l'aspetto somatico e quello psichico; favorisce la comunicazione e sollecita l'apprendimento di semplici regole e la generalizzazione delle competenze acquisite

Laboratorio Psicomotricità prescrittura  
Nell'intera esistenza la Voce è il gesto udibile attraverso il quale l'essere umano si riconosce e afferma le sue sensazioni, le sue emozioni, le sue strutture di pensiero, il suo esistere. Accogliere la voce significa sciogliere il corpo dalle sue tensioni; liberarla è affermarsi.

Il Laboratorio prevede il coinvolgimento di un gruppo di bambini dai sei ai nove anni attraverso la proposta di esperienze psicomotorie capaci di coinvolgere il corpo e la voce.
Finalità del laboratorio è di mettere in relazione l'evento sonoro con le percezioni interne ed esterne che il movimento produce su ciascun bambino, per creare armonia tra suono-ritmo-parola-azione.

Riuscire ad impostare un percorso di prescrittura partendo dai vocalizzi associati alla costruzione delle lettere con il corpo, emissione di vocali e sillabe associate all'organizzazione spaziale e temporale, costruzione col corpo di parole e riconoscimento grafico delle stesse.

Clicca per inviare l'articolo via email a un amico