DANZATERAPIA

La danzaterapia è una disciplina che vede la sua specificità nel lavoro creativo con il corpo e con il movimento.

La definizione, che comprende le due parole danza e terapia, ha una possibilità di applicazione intesa nel significato più ampio e si inserisce nell’ambito delle proposte legate al benessere della persona.

L’approccio del danzaterapeuta utilizza la danza nella sua più ampia concezione legata all’espressività e alla creatività del corpo, mentre la parola terapia rientra nel concetto di cura della persona, comprendendo tra gli obiettivi sia la terapia e la cura della persona in situazione di patologia o disagio, fino alla cura intesa come cura di sé alla ricerca del proprio benessere.

In questi termini la danzaterapia si propone come risposta al bisogno dell’uomo di stare bene con se stesso, attraverso un lavoro di riscoperta della espressività corporea e del movimento creativo.
La danzaterapia è una disciplina che vede l’applicazione di diversi modelli di riferimento, e per questo anche la figura del danzaterapeuta può ricoprire diverse aree di competenza secondo le proprie specificità (campo psicologico e clinico in equipe multidisciplinare, educativo e/o scolastico anche su progetto).

Ciò che però accomuna tutti i settori è la condivisione dell’elemento espressivo ed artistico che emerge in ogni persona e che costituisce l’elemento caratterizzante di questa disciplina.

La Danzamovimentoterapia (siglata come DMT) fa parte delle Arti terapie, professioni di matrice artistica e sociale che sviluppano il potenziale di salute individuale e collettiva insito nelle risorse creative.

Clicca per inviare l'articolo via email a un amico