DOSSIER - STORIE DI PERSONE - DAL NUMERO 68 DI RACCONTAMI

Dal Dossier "Storie di Persone, la forza e la fragilità" del numero 68 di "Raccontami" periodico della Casa del Sole:

 

Nello scorso Dossier abbiamo parlato del volto, di ciò che esso ci racconta di un essere umano, della sua storia e di come si è svolta la sua esistenza.
Parlare dei volti ci rimanda alle persone, a chi è ciascuno di noi, ma anche ai pericoli che sono sempre presenti quando la persona non è considerata un valore, ma diventa magari uno strumento e non viene rispettata in quanto essere umano.
La grande mistica tedesca Edith Stein ha scritto: Ogni azione educativa, tesa a formare l’essere umano, è accompagnata da una determinata concezione dell’uomo. L’educazione costruisce castelli in aria se non trova una risposta alla domanda “Chi è l’uomo?
L’educazione, qualsiasi essa sia, presuppone sempre una idea di persona e non esiste educazione se non a partire da una idea specifica dell’essere umano. La storia in generale e quella dell’educazione ce lo ricordano di continuo. Ecco perché dobbiamo sempre farci questa domanda: chi è l’uomo?
L’idea di persona e l’idea di mondo che ci siamo costruiti orientano, indirizzano, sostengono l’educazione, ma anche l’economia, la scienza, la politica. Quale mondo desideriamo costruire? E per quali persone? Le risposte spettano alla politica, ma anche alla economia, alla scienza e alla scuola.
 


Quel che siamo
L’esistenza di ognuno di noi è profondamente segnata da ciò che abbiamo vissuto e dalle tracce che quei vissuti lasciano nei nostri ricordi.
Siamo quello che abbiamo vissuto, le persone che abbiamo conosciuto, gli ambienti in cui ci siamo mossi, le sensazioni che abbiamo sperimentato, le emozioni e gli incontri che hanno punteggiato le nostre giornate.
Siamo i profumi e gli odori della nostra infanzia, i giochi che abbiamo fatto e gli amici che ci sono stati compagni nel condividerli, i piatti che nostra madre ha cucinato, le vacanze nelle quali ci siamo allontanati da casa, avendo tempo a disposizione per noi.
Siamo le feste e le ricorrenze che hanno scandito i nostri anni, le gioie e le delusioni che qualcuno ci ha donato, le albe e i tramonti, gli eventi naturali e la quotidianità che talvolta è magari sconfinata nella noia, i rimpianti per i sogni e i progetti che non siamo riusciti a realizzare.
Siamo la famiglia che ci ha visti nascere e quella che abbiamo formato, le persone che abbiamo amato e perso, quelle che ci hanno fatto soffrire e quelle che ci hanno fatto capire quali erano i nostri limiti.
Quel che siamo oggi è il risultato di tutto questo. Quelle che seguono sono le storie di alcune persone, della loro forza e della loro fragilità, insomma della loro grandezza di esseri umani.

 

Clicca sotto e scarica in pdf il Dossier completo

 

SCARICA FILE ALLEGATO
Clicca per inviare l'articolo via email a un amico
Indietro