LASCITI TESTAMENTARI: 13 SETTEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE

 
 
Lasciti testamentari: torna la Giornata Internazionale.
 
 
La cultura del lascito solidale cresce piano piano tra la popolazione italiana, anche grazie alla Giornata Internazionale dei lasciti testamentari istituita per il 13 settembre con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un gesto che ha un valore per il futuro di tutti.
 
Questi i risultati dell’ultima “Indagine sugli Orientamenti degli Italiani verso le Donazioni e il Testamento Solidale”, condotta da Walden Lab tra l’ultima settimana di giugno e la prima settimana di luglio 2022, su un campione di 1006 persone di età compresa tra i 25 e i 75 anni (campione statisticamente rappresentativo di circa 40 milioni di italiani).
 
I risultati dell’indagine sugli italiani e i lasciti testamentari
La buona notizia è che la preoccupazione per il domani non ci sta rendendo più chiusi e individualisti. Nel 2022 dichiara di aver fatto almeno una donazione il 38% degli italiani, ben 10 punti in più rispetto a ciascuno dei 2 anni precedenti e l’importo della donazione media balza a 118 euro, contro i 90 del 2021 e i 77 del 2020. 
 
Crescono la conoscenza e l'attitudine al lascito testamentario
 
26% - degli italiani sono propensi al lascito
79% - over 50 conoscono l’argomento
 
Quasi 8 italiani su 10, tra gli over 50, sanno oggi cosa sia un lascito solidale (79%): un dato in netta crescita rispetto al 73% del 2021 e al 72% del 2020. Segno che le campagne di informazione e di sensibilizzazione sullo strumento di solidarietà legato al post mortem stanno scavando solchi di consapevolezza sempre più efficaci e durevoli tra la popolazione più adulta, che si traducono anche in una parallela crescita dell’orientamento a utilizzarlo concretamente: nel 2022 sale al 26% la percentuale di quanti lo hanno fatto o sono propensi a farlo, ben 4 punti in più rispetto al 2021 (22%) e 6 punti rispetto al 2020 (20%).
 
Chi fa un lascito testamentario: l’identikit
Fiducioso nel ruolo del Terzo Settore e desideroso di “rimboccarsi le maniche”. Queste le caratteristiche principali emerse dall’analisi trasversale delle risposte fornite all’indagine da quel significativo 26% di over 50 propensi al lascito solidale. Il donatore tipo, infatti, non si arrende alle previsioni pessimistiche che si addensano all’orizzonte.
Soprattutto, questo è il dato che evidenzia lo scarto maggiore rispetto alla media, crede che le Organizzazioni Non Profit possano dare un contributo decisivo alla costruzione di una società migliore (+15 punti percentuali rispetto alla media).
 
Fare un lascito testamentario a Casa del Sole Onlus
Scegliere di compiere questo gesto significa affidare la parte migliore di te a favore dei bambini più fragili.
 
Clicca qui per tutte le info

 

Clicca per inviare l'articolo via email a un amico
Indietro